Aspirante MammaCuriosità & Suggerimenti

Come Affrontare la Fecondazione Assistita: 5 Cose Essenziali (che nessun medico ti dice)

Affrontare la Fecondazione Assistita significa anche essere pronti a parlarne. Credo di essere pronta per tornare a condividere un argomento importante per un’ aspirante mamma, ovvero come prepararsi per affrontare un trattamento di fecondazione assistita.

Oggi ne parlo con una consapevolezza che si fonde con l’esperienza diretta, dato che il mio percorso personale che mi ha fatto affrontare la fecondazione assistita 6 lunghe volte.

Non dimenticheró mai tutto quello che questo lungo viaggio mi ha insegnato. Ricordi e consapevolezze che non VOGLIO e non POSSO tenere per me perché ritengo troppo importanti per chi sta iniziando a prepararsi per un nuovo trattamento di Fecondazione Assistita.

Ecco perché prima di iniziare la ricerca di un primo o secondo (o perché no terzo) figlio, é importante che anche tu conosca le 5 cose essenziali per affrontare la Fecondazione Assistita, in qualunque fase tu sia in questo momento (e che non riceverai in nessun colloquio medico).

Per affrontare la Fecondazione Assistita é importante fare questo fin dall’inizio:

COME AFFRONTARE LA FECONDAZIONE ASSISTITA
COME AFFRONTARE LA FECONDAZIONE ASSISTITA?

Se dovessi ricominciare ora mi piace l’idea di poter dire che ho un piano per affrontare la fecondazione assistita 🙂

Ricordo bene come ho vissuto l’inizio dei miei primi tentativi.

Quanto desideravo diventare mamma, e quanto lo temevo al tempo stesso!!!

Ma come dicevo ho un piano.

Quale sarebbe questo dannato piano?

Esso si basa sul NON ripetere errori concreti commessi durante i miei tentativi che ho scoperto essere ricorrenti nella maggior parte di noi 🙂

Errori che derivano dal permettere al mio desiderio di maternità di fare governare le mie giornate da sentimenti negativi come ANSIA e FRETTA!

Fretta di scoprire, di diventare, fretta di essere, di stringerla tra le mie braccia… ma anche tanta ansia di farcela❤️.

Ecco cosa fare invece per prepararsi alla Fecondazione Assistita fin dall’ inizio:

Lasciati Andare

  • Inizia a LIBERARE la mente e a lasciala andare dalle PAURE

Il desiderio di maternità non può essere guidato dalla paura e dall’ossessione! Quando feci i miei primi 3 tentativi tramite inseminazione assistita ricordo bene il sapore dell’ OSSESSIONE e allo stesso tempo la  PAURA DI FARCELA davvero.

Quando tentai la Homeinsemination, e ancora la mia prima FIVET quella “SPASMODICA FRETTA” mi aveva abbandonato, ma c’ era ancora qualcosa per cui l’ anima della piccola amazzone non era ancora arrivata nel mio grembo, qualcosa che ancora non avevo affrontato…

E ora so con certezza che in cuor mio non ero pronta. Ok… potresti pensare, e’ ovvio che lo dica, perche’ fino ad allora non ero ancora riuscita a rimanere incinta. Ma io non credo per nulla alle coincidenze! Credo fortemente che anche questo abbia ritardato il mio positivo.

Infatti fu solo dopo un illuminante viaggio a Medjugore che ho scoperto di essere veramente pronta ad affrontare il trattamento di fecondazione e ad accogliere la vita in quel TRANSFER da CONGELATO.

 

Allontana le Aspettative che Uccidono i Sogni

  • Non pensare a come finira'. Questa e' la vera differenza

Quando ti accorgi che stai concentrando le tue energie aspettandoti mari e monti, riconoscilo e FERMATI!

Prepararsi alla fecondazione assistita
Come prepararsi alla fecondazione assistita?

Fantasticare fa bene, ma sovrastimare i risultati porta alle delusioni più grandi.

Questo é anche il motivo per cui amo e cerco medici professionisti che dicono le cose come stanno senza illudere con percentuali di successo non realistiche. >>Li ho raccolti QUI.

 

Seleziona le Persone Intorno a Te

  • Seleziona senza farti scrupoli chi vuoi che ti accompagni in questo viaggio. Non c'é cosa più brutta di affrontare la fecondazione assistita circondandosi di persone che tagliano le tue ali!

Fallo subito! Anche se sono AMICI O PARENTI che cercano di consolarti con le FRASI più INOPPORTUNE, tra cui la peggiore é senza dubbio: -Smettila di riprovarci, fattene una ragione e pensa ad altro! Magari perché non ti prendi in cane? 

Sí, non commento… c’é chi lo dice davvero!

Scegli bene COSA condividere e CON CHI, anche perché le persone sbagliate saranno le prime che dopo il trattamento se ne usciranno con frasi fuori luogo del tipo:

-Allora, sei incinta? Dimmi Subito!  

Non commento neanche questo…

Ma tranquilla, non intendo dire eliminare amici e parenti per cose del genere 🙂 Semplicemente se conosci persone che non possiedono il dono della sensibilità (e talvolta dell’intelligenza) non é detto che debbano saperlo, potrebbero benissimo essere avvisate alla fine senza rovinarti il percorso.

 

Se poi é il tuo PARTNER a nutrire dei dubbi, o anche solo a non accompagnarti o non interessarsi a niente del tuo percorso (magari non coinvolto fisicamente ma nemmeno emotivamente) beh allora rifletti bene.

RIFLETTI MOLTO bene se pensi che questa persona sia veramente in grado di condividere con te una cosa così grande! Se non é nemmeno disposta a prepararsi e starti vicino in quello che dovrebbe essere un viaggio e un sogno comune, pensa a cosa potrebbe accadere dopo.

SELEZIONA. é la tua vita e meriti il meglio per te.

La felicita’ esiste forse solo se e’ condivisa con CHI CI ARRICCHISE e se e’ ricerca costante di un obiettivo, una meta, un sogno da realizzare…

Vivi il Presente

  • Sentiti capace di VIVERLO fuori e dentro di te, con CALMA. Senza fretta. Senza angoscia. Senza paura di iniziare. Ne' di cosa ne sara' dopo

Pensa al presente, a raccogliere il coraggio per affrontare la fecondazione assistita in ogni fase futura cercando di NON PENSARE, di ACCOGLIERE le tue paure e non abbandonarti troppo in progetti, sogni e aspettative.

Devi sapere che quando ho iniziato la mia ICSI alla ricerca di un secondo figlio, ho fatto una cosa completamente diversa…

…Ho aspettato!

Quando ho maturato il desiderio di un secondo figlio ho aspettato di essere veramente pronta per affrontare la fecondazione assistita di nuovo e tutto cio’ che essa comporta.

Non ne ho parlato con nessuno per settimane! Intendo dire proprio NESSUNO. Ho aspettato che la mia mente fosse DAVVERO pronta.

E non voglio dire pronta ad assumere ormoni, o ad aspettarmi una beta negativa… No!

Ero pronta a mettere nuovamente a disposizione il mio corpo perché una nuova vita potesse crescere nel mio grembo. E sapevo che per farlo avrei dovuto affrontare un protocollo ormonale, sballamenti ormonali di varia entità, fastidiosi pick up, mille ANSIE, anestesie, sbalzi d’umore, ma ho voluto aspettare di essere veramente di nuovo pronta a tutto questo.

Ho vissuto i giorni prendendomi cura delle mie paure.

Senza fretta.

 

Datti Piccoli Obiettivi, Goditi il Viaggio

  • Non pensare che il tuo unico traguardo sia il test di gravidanza! Stai attraversando un percorso fatto di tanti piccoli passi. Gioisci di ogni traguardo, ogni esame, ogni viaggio che ti avvicina al concepimento ANCHE SE ancora non sai se sarà un positivo

Raggiungere la felicità é la vera sfida di tutti i giorni! E richiede fatica, capacita’ di vincere sfide interiori e di  superare piccoli ostacoli imprevisti.

Dare un senso a se’ stessi credo sia un elemento che costituisce la felicita’. Senza dimenticare che il senso esiste solamente perché stai facendo un percorso, perché stai facendo un VIAGGIO fato di tante piccole tappe.

La prima potrebbe essere >>come ricevere i preventivi del tuo trattamento per superare le prime paure sulla fecondazione assistita.

Ci tengo a ripeterti che il pensiero costante della destinazione finale e’ un elemento che impedisce di essere felici.

E per affrontare un viaggio come questo c’é bisogno di quella LEGGEREZZA che ti permette di viverne ogni piccola fase.

Io cerco di concentrarmi su quello che ho ora e non su quello che potrei avere (o perdere) domani.

Tutto quello che verra’ dopo sarà solo un destino che non mi e’dato di conoscere.

 

Ti sono stata utile? Tu cosa stai provando e come stai vivendo questa altalena di emozioni? Condividile insieme con un commento qui sotto, perché anche solo farle uscire ti fará un bene indescrivibile 🙂

Facebook Comments

The Author

Gine

Gine

Gine è la Fondatrice dei siti MammaLesbica.com e InseminazioneAssistita.it Da anni condivide con chi la segue la propria esperienza pratica sulla Fecondazione Assistita Eterologa in modo semplice e concreto.
E' anche autrice degli ebook "La Bibbia dell'Ovulazione" ed "Eterologa Senza Errori" e Fondatrice e Amministratrice del Forum Lesbico Italiano "Liberamente Lesbica" dal 2006.
Adora i gatti, le ciliegie e The Walking Dead

Previous post

Coppia di donne: come diventare mamme con la Fecondazione Assistita

Next post

Fecondazione con Donatore tramite Eterologa: esperienze di altre donne

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 + diciannove =