Curiosità & SuggerimentiTrattamenti di Fecondazione

Procreazione Eterologa all’Estero: 10 curiosità in pillole che ogni paziente dovrebbe sapere

Facendo parte dei tanti italiani che hanno fatto numerosi viaggi della speranza per effettuare la procreazione eterologa all’estero, ho scoperto cose di cui non sapevo nemmeno l’esistenza, perchè il fatto di avere anche la necessità di ricorrere a un donatore, per effettuare la procreazione eterologa, implica qualche accortezza in più che è bene sapere fin dall’inizio.

E come se non bastasse, sappiamo bene che già dobbiamo affrontare ogni sorta di difficoltà : sormontare i pregiudizi, incontrare medici ignoranti o arroganti, talvolta sottoporci a cure ormonali ed informarci per vie traverse, come ho fatto anch’io per tanto tempo e come, probabilmente starai facendo tu adesso.

Ecco perchè oggi voglio riportare 10 curiosità che chi si appresta a cercare informazioni sulla Procreazione Eterologa all’Estero, deve sapere.  Veri e propri consigli per partire da subito col piede giusto:

 procreazione eterologa

1) Per accedere alle tecniche di procreazione eterologa nelle cliniche estere, è richiesto un pagamento di una cifra iniziale (intorno ai 70€) che è accompagnato da un colloquio conoscitivo volto ad analizzare nello specifico:condizioni, necessità,  abitudini, stili di vita e motivazione di ogni paziente

2) E’ necessario controllare la propria ovulazione e conoscere i propri giorni fecondi, sono consigliate anche ecografie per studiare la produzione di follicoli (e quindi di ovuli fecondi), ed esami più approfonditi come la Sonoisterosalpingografia per verificare la pervietà delle tube (se sono libere da ostruzioni). E’ strettamente raccomandato essere seguiti da un ginecologo in Italia e tutti i risultati vanno comunicati alla clinica estera che segue passo x passo il nostro percorso

3) L’Agopuntura favorisce ed aumenta le probabilità di rimanere incinta x cui molte donne, mezz’ora prima e mezz’ora dopo l’inseminazione, la fanno. Spesso è consigliata alle over 40…e molti centri offrono il servizio a pagamento a c.ca 70€

Lettura Correlata:  Eterologa: ora possibile anche in Italia! La Corte Costituzionale toglie il grande divieto della Legge 40

4) Chi NON ha un ciclo regolare (ma non solo) puo’ ricorrere alla stimolazione ovarica, che comprende un protocollo ormonale fatto su misura, formato da ecografie e iniezioni specifiche e viene sempre prescritta e seguita da un ginecologo

5) Poichè, per motivi di lavoro, spesso non si possono aspettare solo i pochi giorni di ferie l’anno ed è difficile avere giorni liberi durante la settimana per affrontare un viaggio, la maggior parte delle cliniche estere sono aperte TUTTI i giorni dell’anno, anche week end e festivi (insomma, come i ns centri commerciali ormai 🙂  )

6) Nella scelta della clinica assicuratevi (se lo ritenete importante) che si possano esprimere preferenze sul donatore, non tutte lo permettono: ad esempio Olanda, Belgio, Danimarca e altri paesi scandinavi lo permettono, la rinomata Spagna no

7) Alcune cliniche che eseguono l’eterologa, danno possibilità di scegliere (pagando ovviamente di più) Donatori Aperti, che a differenza dei donatori anonimi, danno la loro disponibilità a rivelare la loro identità qualora il bimbo compiuti 18 anni ne abbia la curiosità, questa è una scelta molto delicata da prendere e solo il bambino avrà la possibilità di accedere a questi dati

8) Esiste la possibilità di fare una doppia inseminazione nello stesso ciclo per aumentare le probabilità di rientrare nelle tempistiche della “breve finestra fertile” (ovviamente pagando di più )

9) Qualche clinica dà anche la possibilità di conservare lo sperma dello stesso donatore per max 3-5 anni se si vuole in futuro dare un fratellino al nascituro con stesso corredo genetico del padre

10) Qualche clinica dà la possibilità di spedire in Italia lo sperma per fare Inseminazioni Intravaginali ( n.b. non le IUI oltre la cervice, come farebbero loro) direttamente a casa e in totale autonomia, anche se la probabilità è molto piu’ bassa perchè poi lo sperma deve percorrere l’utero e le tube esattamente come accadrebbe in un classico rapporto sessuale uomo-donna quindi le probabilità di successo sono molto più basse.

Lettura Correlata:  Inseminazione artificiale costi... sfatiamo le leggende: quanto costa?

 

E con questo terminano le brevi pillole di oggi sulla Procreazione Eterologa all’Estero 🙂

 procreazione eterologa estero

Cosa ne pensi? E’ la prima volta che leggi il Mio Blog? Se lo hai trovato utile: iscriviti, condividilo con i tuoi amici o lasciami un tuo Commento 🙂 .

Facebook Comments

The Author

Gine

Gine

Gine è la Fondatrice dei siti MammaLesbica.com e InseminazioneAssistita.it. Da anni condivide con chi la segue la propria esperienza pratica sulla Fecondazione Assistita Eterologa in modo semplice e concreto.
E' anche autrice degli ebook "La Bibbia dell'Ovulazione" ed "Eterologa Senza Errori" e Fondatrice e Amministratrice del Forum Lesbico Italiano "Liberamente Lesbica" dal 2006.
Adora i gatti, le ciliegie e The Walking Dead

Previous post

Inseminazione Assistita : come iniziare?

Next post

Transfer Embrionale, Crinone e Protocollo Ormonale - TRANSFER Parte 2

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × uno =