Inseminazione artificiale costi… sfatiamo le leggende: quanto costa?

Posted by:

Inseminazione artificiale costi… sfatiamo le leggende: quanto costa?

Inseminazione artificiale costi: ma quali sono?

Insomma i costi sostenuti a quanto ammontano?

I costi fivet sono davvero così alti?

A livello economico abbiamo sentito parlare di cifre enormi tipo di € 50.000,00…è vero?

Mi arrivano continuamente richieste di questo tipo, ecco perchè oggi voglio subito sfatare la questione del prezzo , il fatto che circolino leggende di questo tipo, fa capire ancora di più quanto ci sia bisogno di parlare di costi inseminazione artificiale!

E’ di certo un argomento vasto che è impossibile esaurire in un articolo, ma almeno servirà per farci un’idea reale su inseminazione artificiale costi e spese da prendere in considerazione: per prima cosa c’è da dire che molto dipende da quale tecnica viene utilizzata.

Consideriamo che il range di prezzi può variare tantissimo. A partire anche da 200€ (tecnica di Homeinsemination attraverso banca del seme) a oltre 5000€ (inseminazione artificiale costi di tecniche di 2° livello) e questi stessi prezzi cambiano da Paese a Paese!

Quindi i costi fivet variano nettamente dal paese, dal tipo di tecnica eseguita, dal ricorso o meno a seme di donatore, dalla necessità o meno di effettuare una stimolazione ormonale.

Facciamo qualche esempio pratico : 


Un costo considerato economico nella pratica dell’ Inseminazione intrauterina IUI (con donatore anonimo) è di  560€, (compreso del seme del donatore).

Un costo alto  con la fecondazione in vitro o FIVET si aggira anche oltre i 7000€.

Questo ci fa capire quanto è importante distinguere il diverso tipo di tecnica di procreazione utilizzata.

Certo da 560€ a oltre 7000€ c’è un abisso, che andremo a chiarire distinguendo tra

  • Costi Terapie di Fecondazione di 1° Livello
  • Costi Terapie di Fecondazione di 2° Livello

inseminazione artificiale costi

Inseminazione artificiale costi terapie di Fecondazione di 1°Livello:

 

La cosiddetta Inseminazione Intrauterina (IUI) richiede in sè una spesa che può andare 500€ ai 2000€ massimo.
Questa differenza dipende da 3 fattori:

-Paese scelto e relativi costi clinica

-Tipologia di donatore scelto nella Banche del Seme

-Eventuale Farmaci e stimolazione ormonale

Confesso ad esempio che durante i miei tentativi di Inseminazione Intrauterina in Danimarca solo 560€ erano dedicati all’inseminazione (compreso di seme di donatore anonimo con profilo esteso). Inoltre 2 tentativi su 3 li ho svolti su ciclo spontaneo (avendo un ciclo piuttosto regolare) e quindi senza spese di farmaci ormonali vari.

A dir la verità le spese maggiori le abbiamo avute per il viaggio e l’alloggio, per cui anche il tenore di vita del Paese che ci ospita ha il suo peso!

Inseminazione artificiale costi terapie di 2° livello:

 

Ovvero parliamo di Fecondazione in Vitro: il costi FIVET possono variare dai 2800€ agli 8000€, con seme di donatore compreso e ovuli propri (quindi non provenienti da una donatrice).

Di cifre dell’ordine di oltre 50.000€ si parla esclusivamente in caso di maternità surrogata (o detta all’antica utero in affitto) solitamente praticata da coppie gay maschili.

La mia ricerca personale… 

Per esperienza personale ad esempio, ho avuto necessità di ricorrere a  3 Inseminazioni IUI, 1 HomeInsemination, 2 procedure di FIVET prima di riuscire ad avere un esito positivo.

Quindi nel mio singolo caso sono arrivata a 6 tentativi, ma…

  • c’è chi ha la fortuna di rimanere incinta al primo tentativo
  • chi con una semplice Inseminazione Intrauterina (IUI)
  • chi con un procedimento più lungo di fecondazione in vitro (FIVET) magari dopo numerosi tentativi
  • chi usa un uovo fecondato da una precedente FIVET, spendendo molto meno rispetto la FIVET perchè esegue solo il Transfer da congelati che costa 1/4
  • chi oramai non ci spera più e lo vive come un ultimo tentativo senza più scommetterci un centesimo e poi ce la fa (io mi infilo tra questi :) )

Nel mio caso quindi sono stati 3 anni di grandi sacrifici, ma anche fisici, emotivi e di coppia…

Riguardo inseminazione artificiale costi e spese, non voglio tralasciare il fatto che esista anche la possibilità della Homeinsemination, che per quanto strano possa sembrare, è realmente fattibile con cifre che a volte non superano i 200€ per tentativo. Di questo parleremo più approfonditamente a parte :).

Negli Stati Uniti ad esempio è una pratica comune e su youtube si trovano tonnellate di testimonianze di donne che ce l’hanno fatta anche così (ricordate la scena di L-Word con Bette e Tina che si fanno recapitare il “kit” a casa?)

Niente ferie quindi per 3 anni… anzi, brevi viaggi della speranza tutti concentrati …ma prima o poi è arrivato anche il ns turno!

Insomma… ognuna di noi è straordinariamente diversa e unica, e in questo universo delle Fecondazioni Artificiali, non esiste affatto una legge, nè un ordine delle cose!

E magari a te accade buona la prima!!! :)

E’ la prima volta che leggi il Mio Blog? Se lo hai trovato utile condividilo con i tuoi amici o lasciami un tuo Commento in merito a inseminazione artificiale costi, esperienze e sentito dire.

 

 

13

Se ti è piaciuto il post condividilo e lascia un commento

  1. Rossella  October 9, 2013

    Grazie a Torino la fanno l fecondazione sono una ragazza lesbica.

    (reply)
    • Ginevralgica  October 9, 2013

      Ciao Rossella,
      purtroppo al momento in Italia l’accesso a qualunque forma di Fecondazione assistita che necessita dell’intervento di un donatore è vietata… di questo dobbiamo ringraziare la famigerata Legge 40 del 2004.

      l’Italia, protagonista del turismo procreativo, è un Paese che conta un numero elevatissimo di centri per la pma.
      In proporzione ci sono più centri che in altre nazioni, nonostante tutti i divieti della nostra legislazione!

      E i centri pubblici, sono distribuiti a macchia di leopardo, con gravi carenze al Centro-Sud. Ma anche al Nord, dove
      va meglio, per esempio a Bologna, la lista di attesa nel pubblico supera l’anno!

      A complicare la questione della gestione pubblica della PMA italiana, infatti, è ancora la legge 40, infatti la norma non prevede che la procedura rientri nei livelli essenziali di assistenza, e non viene rimborsata dal Servizio Sanitario nazionale.

      Ciò significa che ogni regione ha potuto decidere in autonomia come erogare queste prestazioni e se investire o no nei centri pubblici.

      Di conseguenza le regioni più facoltose e più mentalmente “aperte” investono di più, altre invece poco o niente.

      Per esempio in Toscana, dove c’è stato il primo regolamento sulla procreazione assistita, la donna può fare fino a 3 tentativi di fecondazione in vitro con un ticket di 35 euro, mentre a Roma (dove ci sono solo tre centri pubblici) si arriva a pagare un contributo di 2.000 euro!
      In altre regioni, per esempio la Calabria, non esiste alcun centro pubblico…

      A parte tutto questo, rimane il fatto che per una donna single (etero o lesbica che sia) o per una coppia lesbo,
      o anche per una coppia etero che deve ricorrere ad un donatore tutto ciò NON è possibile in Italia.

      Sul sito quindi cerchiamo proprio di fare luce al meglio sulle possibilità che potresti avere all’ estero e (al imite)
      sulla possibilità che potersti avere con la Home-Insemination (Auto-Inseminazione).

      un caro saluto
      Ginevra

      (reply)
  2. Franci  October 9, 2013

    Non riesco a leggere l’articolo perché compare un riquadro bianco che copre tutto, come mai?

    (reply)
    • Ginevralgica  October 10, 2013

      Ciao Franci, ho provato a visualizzarlo da 2 PC diversi e 2 smartphone diversi sia ieri che oggi e non ho avuto nessun problema. Prova a cancellare i cookies del tuo browser (internet explorer, chrome, firefox…) e riavviare la pagina :)

      (reply)
  3. Marta  October 9, 2013

    Però nell’articolo non nominate neanche un paese in cui questo percorso sia possibile. I costi dipendono da paese a paese, ma di che paesi stiamo parlando?

    (reply)
    • Ginevralgica  October 10, 2013

      Ciao Marta,
      sì è vero, questo perchè lo scopo principale in questo caso era volto a dare un quadro generale dei prezzi e NON un elenco delle differenze tra i vari Stati.
      Tra i paesi che hanno anche legislazioni aperte alle donne single e alle coppie lesbo in cui è possibile praticare l’eterologa troviamo:
      Spagna, Belgio, Olanda, Gran Bretagna, Finlandia, Danimarca, Grecia, Ucraina, Svezia, Stati Uniti, ed ognuno di questi stati ha almeno 3 cliniche di riferimento con listini diversi , non ne abbiamo parlato appositamente per non ridurre la questione ad un elenco di confronti tra decine e decine di cliniche!
      Stiamo lavorando ad una guida pratica che avrà lo spazio per contenere queste e molte altre informazioni sulle cliniche estere, abbi fiducia :)
      Considera che la Danimarca, a differenza di quanto possa sembrare è risultata uno degli Stati con prezzi nettamente inferiori rispetto alla famosissima Spagna.
      Questo perchè a causa del flusso di pazienti italiane, le spese in Spagna sono raddoppiate, e una fecondazione in vitro con donazione di seme arriva a costare tra i 5.000€ e i 7.000€.
      La stessa cosa nella clinica danese in cui mi sono recata io è costata 2850€ e anche nelle altre cliniche danesi non superava i 3200€.
      In Grecia si viaggia intorno ai 3200€.
      Questo per la classica fecondazione in vitro con trasferimento dell’embrione (fivet), ovvero per mettere a contatto, in vitro, un ovulo femminile con lo sperma e per poi trasferirlo nell’utero.
      Se poi c’è necessità di ricorrere ad una procedura di inseminazione intra-citoplasmatica dello spermatozoo (icsi), dove lo sperma maschile è iniettato dal biologo nell’ovocita la tecnica è molto più complessa, questo fa fare un salto in su nel listino prezzi di circa 1.000 euro.
      Si parla inoltre di cifre che vanno dai 7000€ agli 8000€ quando l’eterologa comprende la donazione di ovociti, che portano il costo a livelli più alti rispetto la donazione di sperma.
      Come ho detto i prezzi variano per molteplici concause:
      – dal tipo di tecnica utilizzata
      -dal tipo di farmaci che eventualmente si assumono per la stimolazione ormonale
      – dal tipo di donatore (anonimo, rintracciablie, a profilo aperto, a profilo limitato)
      – dal costo della monitorazione durante la preparazione
      -e poi ovviamente da paese a paese
      Le cose da prendere in considerazione sono tantissime come vedi, non è possibile ridurci ad un puro listino prezzi tra paese e paese, ma man mano ne parleremo e affronteremo i vari aspetti nel sito :) .
      un bacio
      Gine

      (reply)
  4. lunaria  October 10, 2013

    Ciao, dicevi che in Danimarca i costi sono inferiori alla Spagna. Sai se in Danimarca è possibile la donazione degli ovuli da parte della tua compagna? (Pratica possibile in Spagna solo se sei sposata e in Belgio per quanto ne so).
    Grazie della risposta.

    (reply)
    • Ginevralgica  October 11, 2013

      Ciao Lunaria,
      la pratica di cui parli, denominata ROPA purtroppo in Danimarca non è possibile.
      Anche se l’accesso alla PMA è aperto alle coppie eterosessuali e omosessuali sposate o conviventi e alle donne single, è richiesto dalla legge danese che almeno uno dei genitori sia legato geneticamente al bambino, quindi è vietata la donazione simultanea di seme e ovociti, che servirebbe in questo caso, a maggior ragione perchè in Danimarca la maternità surrogata è vietata.
      un saluto
      Gine

      (reply)
  5. Stella  October 25, 2013

    A Firenze da circa un anno hanno messo il superticket di 500€ per la fecondazione assistita.

    (reply)
    • Gine Verte  November 1, 2013

      grazie per l’info Stella!

      (reply)
  6. Stella  October 25, 2013

    Anche in repubblica ceca ci sono ottimi centri con costi decisamente inferiori alla spagna, l ovodonazione che e’ la tecnica piu’ costosa si aggira sui 4500€ tentativo da fresco, 4000€ da congelato, una iui cn seme di donatore costa 200€, un embioadozione costa circa 1250€, e ce’ un pacchetto di condivisione del rischio per cui se i primi 2 tentativi nn vanno a buon fine il terzo si paga a meta’ prezzo, mentre alcuni centri il terzo tentativo lo offrono gratuitamente. Ci sn cliniche in spagna che offrono un pacchetto “soddisfatti o rimborsati” che si aggira sui 10/15 mila euro che vengono versati subito e se al terzo tentativo nn si ottiene la gravidanza viene restituita almeno meta’ della cifra versata a seconda dei centri. Anche in russia a kiev hanno pacchetti interessanti che garantiscono “bimbo in braccio” al 100% infatti a chi aderisce a qsto contratto e nn ottiene gravidanza cn nessuna tecnica di primo o secondo livello, omologa o eterologa passano poi all utero in affitto e ti garantiscono quindi il successo assicurato…la cosa e’ un po’ brigosa ma nn impossibile. :-)

    (reply)
    • Gine Verte  November 1, 2013

      Ottimo, effettivamente i costi sono più contenuti che quelli spagnoli (sempre tra i più alti d’Europa) .
      ottima la possibilità di pagare il 3° tentativo la metà o non pagarlo affatto tramite “condivisione del rischio”.
      Mentre questi pacchetti “soddisfatti o rimborsati” mi spaventano non poco, per le clausole o le condizioni di rimborso che non devono essere così semplici come sembrano…nessuno può garantire la buona riuscita di una gravidanza…nemmeno la clinica migliore al mondo ne ha il potere…
      decisamente meglio la possibilità “bimbo in braccio” tramite utero in affitto (con connessa lievitazione dei costi)
      Grazie ancora del tuo intervento cara, evviva l’informazione! :)

      (reply)
  7. Iryna  June 8, 2014

    Buonasera, sono sconvolta. Ho trovato questo sito per caso, grazie ad una condivisione, e meno male! Da molto tempo io e la mia compagna valutiamo i vari paesi per la fecondazione in vitro, e se non fosse per la situazione ucraina, sarei già lì. Come seconda opzione abbiamo sempre considerato la Spagna perché tutti ne parlano, si dice che i costi sono inferiori e la vicinanza aiuta. Ma questo articolo mi ha aperto gli occhi! Grazie veramente di cuore!!!!!!!

    (reply)

Esprimi la tua opinione, invia un commento