Ho 2 Mamme

Famiglie Omogenitoriali e Unioni Civili: impedimenti nell’ iscrizione dei Figli a Scuola!

Perche` nonostante l’ Unione Civile con mia moglie , non ho potuto nemmeno dichiararmi coniugata? Cosa c’ entra l’asilo coi diritti delle famiglie omogenitoriali?

Impedimenti Iscrizione Asilo per le Famiglie Omogenitoriali
Impedimenti Iscrizione Asilo per le Famiglie Omogenitoriali

La settimana scorsa mi e` accaduto personalmente un problema ASSURDO mentre compilavo i moduli per iscrivere nostra figlia all’ asilo. E una cosa di routine si e`trasformata in una lotta ai diritti per le famiglie omogenitoriali di cui mai mi sarei immaginata.

Il sistema di compilazione on-line per fare domanda d’ iscrizione alle scuole dell’ infanzia della nostra citta` , Modena, ci pone di fronte ad un problema oggettivo che ci impedisce di compilare il modulo di domanda online.

Il modulo non ci permette di compilare correttamente la domanda poiche` essendo ora entrambe coniugate e non piu’ nubili, nel momento in cui ci dichiariamo il nostro stato civile di coniugate (come da nostro stato attuale e stabilito dalla legge sulle unioni civili) si genera una voce di errore nel sistema!

Mentre sto compilando serenamente il modulo on-line a disposizione di TUTTE le Famiglie per iscrivere la piccola amazzone alla scuola materna ecco la schermata che mi restituisce lo schermo del PC:
“coniuge e dichiarante non possono essere dello stesso sesso!”
Questa scritta echeggia sullo schermo bloccando tutta la pratica di inserimento!

Quindi, come tante Famiglie Omogenitoriali, ora siamo sposate o meglio unite civilmente…

…ma oggettivamente non possiamo nemmeno dichiararlo!
La prima cosa che penso :
-“Anche quest’ anno, nonostante siamo coniugate, dovrò dichiarare mia moglie come “altro”… 🙁
Ma mi rendo conto ben presto che sbaglio! E decido di NON COMPILARE NULLA e fare sentire la mia voce e quella delle altre Famiglie Omogenitoriali come la mia al Comune. Anche perche’ se non siamo noi famiglie arcobaleno a denunciare queste lacune, non glie ne frega sicuramente a nessuno di preoccuparsi per i nostri problemi di discriminazione all’ interno del sistema!
Alla faccia dell’ idea che l’ Unione Civile mi ha fatto pensare che “ora siamo [quasi] uguali alle altre coppie”
Come se non bastasse mancano solo 5 giorni al termine della scadenza della domanda online e questo problema, che esclude totalmente le nostre famiglie dal sistema societario scolastico impedendoci anche solo di fare domanda d’ asilo, rischia di diventare un DRAMMA negandoci il diritto all’ istruzione di nostra figlia!
Quindi ecco cosa faro’:
Devo far presente al Comune la cosa e chiedergli di:
  • Cambiare nel tempo piu` immediato i moduli online in modo che noi possiamo dichiararci come effettivamente siamo adesso per lo Stato italiano: CONIUGATE!
Dato che le unioni civili sono ora legge dello Stato riteniamo che sia inammissibile essere costrette a “dichiarare il FALSO” per poter accedere alla compilazione della suddetta domanda on-line e che una banale modifica al programma online debba permetterci di accedere al servizio on line come tutti, oltre a restituirci la dignita` del nostro stato di coppia.
Sono loro a doversi mettere in regola il prima possibile facendo una stupidissima e banale modifica al programma!!!
Cosi’ mi suggeriscono anche altri soci di Famiglie Arcobaleno, di cui facciamo parte

Cosi` inizia la mia piccola [ennesima] lotta ai diritti.

Scrivo subito una mail e la inoltro a:
✅  Sindaco
✅  Assessore alle pari opportunità
✅  Ufficio istruzione scuole
Poche ore dopo mi reco anche di persona all ufficio istruzione: fare sentire la propria voce in carne ed ossa non e` mai come parlare con famiglie omogenitoriali fantasma  che “tanto non esistono”.
L’ ufficio mi ha dato ragione “a parole”  ma mi ha prontamente rimbalzato dicendomi di girare la mail a chi ha il potere a detta loro di occuparsi concretamente della cosa.
Così ho inoltrato la mail anche a
✔ Caposettore dell’ Istruzione

✔Responsabile dell’ istruzione di Modena

Lettura Correlata:  E' successa una Sentenza Storica a Palermo: diritti per la ex compagna della madre biologica sui figli

Gia’ che c’ ero ho anche segnalato e proposto al comune di Modena l’iniziativa di introdurre Moduli di Autocertificazione come Famiglie omogenitoriali già adottata da Bologna dal 2015.

Ammetto che nella mail ci sono andata giu` pesa 🙂  Non ho lasciato nulla al caso

Dopo un giorno di silenzio arrivano notizie riguardo la nostra dichiarazione di famiglie omogenitoriali

Ecco squillare il cellulare! E` un numero che non conosco..quindi o sono buone notizie o fastidiose pubblicita` di televendite…ma non posso permettermi il beneficio del dubbio e rispondo subito.
Non speravo in una risposta sinceramente e figuriamoci se intervengono in tempo mi dico: troveranno mille scuse per il tecnico, la piattafora, il week end imminente…

E invece…

Poco dopo ho ricevuto buone notizie sull’iscrizione al nido della piccola amazzone e la nostra dichiarazione di coniugi dello stesso sesso, in quanto famiglie omogenitoriali!

Cosi` e`  con soddisfazione che posso dare una bella notizia a tutte le famiglie omogenitoriali del nostro comune:

“A Modena hanno appena modificato il modulo online a seguito della nostra segnalazione mail.”

Ho infatti ricevuto sia:

✅  Risposta via mail dalla responsabile dell istruzione riguardo le loro buone intenzioni di intervenire velocemente
✅  Conferma telefonica da parte del tecnico sulla soluzione apportata e i cambiamenti pensati per contemplare all’ interno del modulo le famiglie omogenitoriali senza più blocco di genere

la voce coniuge/altro genitore è  stata eliminata

E sono state introdotte le voci :
-Altro componente *con*patria protestà
-Altro componente *senza* patria potestà (qui possono essere anche dello stesso sesso)
Con tanto di scuse per l accaduto e ringraziamenti per la segnalazione 🤗
Come ho detto, non speravo in un intervento che stesse entro i termini  di scadenza della domanda (6 Febbraio) con la mia sola richiesta via mail… un bel passo del comune di Modena!
Nel rispondergli li ho ringraziati per aver risolto il problema momentaneamente,  infatti quando  (forse finalmente)  sia io che mia moglie Daniela avremo diritti genitoriali,  il sistema ci blocchera` ancora se siamo dello stesso sesso!
Quello sara` il prossimo step da richiedere, ma intanto siamo felici cmq di poter iscrivere la piccola amazzone all’ asilo senza impedimenti!
 
Riteniamo che sia molto importante che le realta` comunali prendano atto delle esigenze e dell’esistenza delle famiglie omogenitoriali presenti nel territorio, e che prendano come modello le iniziative gia` presenti.
Ho vinto una piccola battaglia, ma questo mi fa capire che a volte basta provarci…Basta alzare la voce…Basta pretendere di avere quello che ci manca... e a volte …si` a volte magari succede che ce la facciamo anche!
 foto: qui
Facebook Comments

The Author

Gine

Gine

Gine è la Fondatrice dei siti MammaLesbica.com e InseminazioneAssistita.it. Da anni condivide con chi la segue la propria esperienza pratica sulla Fecondazione Assistita Eterologa in modo semplice e concreto.
E' anche autrice degli ebook "La Bibbia dell'Ovulazione" ed "Eterologa Senza Errori" e Fondatrice e Amministratrice del Forum Lesbico Italiano "Liberamente Lesbica" dal 2006.
Adora i gatti, le ciliegie e The Walking Dead

Previous post

OMOgenitorialita`: Quale tutela per i figli di genitori omosessuali?

Next post

Aspirante Mamma...(per la seconda volta!) by Liberamente Mamma

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 + 17 =